Guidi: "Bisogna giocare ogni pallone come fosse l'ultimo della carriera"

11.12.2020 14:53 di Luca Petrone   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Guidi: "Bisogna giocare ogni pallone come fosse l'ultimo della carriera"

Consueta conferenza stampa pre partita, alla vigilia dello scontro in terra siciliana con il Palermo.

Casertana a caccia di conferme?

A caccia di continuità si, e anche di prestazioni. Dobbiamo cercare di continuare a inanellare prestazioni positive consapevoli che non giochiamo su un campo facile.

A caccia anche di tranquillità, visti i troppi cartellini?
Sono d’accordo. Non tollero l’ultima espulsione di Konatè, doveva mantenere la lucidità di non andare viso a viso con l’avversario. Un’ingenuità a prescindere dal fatto che l’avversario si è buttato. Rimanendo sempre in inferiorità rischiamo di precluderci risultati importanti.

Il punto sulla situazione?

Formazione un po’ in alto mare, sono solito avere dubbi fino all’ultimo. Abbiamo situazioni in via di definizione

Sul Palermo?
Una squadra costruita per i vertici, un allenatore esperto e calciatori di categorie superiori. Hanno avuto prestazioni altalenanti ma è successo a tutti quanti.

Quali possono essere i punti deboli degli avversari?

Abbiamo guardato tutte le partite recenti del Palermo, andando a cercare quelle che possono essere le lacune. Più che individualmente, può essere messa in difficoltà nell’intensità come ha fatto il Foggia.

Quanto può influire l’ultima vittoria sul morale?
Vincere aiuta, è normale che la vittoria porti serenità. Allo stesso tempo dobbiamo provare ad essere maturi e cavalcare l’entusiasmo, all’interno di una stessa partita ci sono momenti in cui alterniamo momenti di grande fluidità ad altri di blackout, come l’ultima col Monopoli nel quale abbiamo preso gol all’ultimo secondo del primo tempo. L’aspetto psicologico è il più difficile da allenare, toccherà a me insieme allo staff di far percepire il pericolo, di far giocare ogni pallone come fosse l’ultimo della carriera di ogni calciatore.

I convocati?
Sono fuori Cavallini, Petruccelli, Fedato è rientrato e Zivkovic è febbricitante.