Parla Maiuri in vista dell'esordio: "Volevamo il rinvio, ma non vediamo l'ora di scendere in campo"

18.09.2021 13:47 di Luca Petrone   vedi letture
Parla Maiuri in vista dell'esordio: "Volevamo il rinvio, ma non vediamo l'ora di scendere in campo"
Tuttocasertana.it
© foto di Carlo Giacomazza/CGP Photo Agency

Si è tenuta la prima conferenza stampa stagionale del mister Maiuri, di nuovo sulla panchina dei falchetti, alla vigilia dell'esordio contro il Nola. Eccone un estratto: 

La domanda sorge spontanea, dove eravamo rimasti?

Eravamo rimasti alla finale di Foligno, che poi fu sufficiente per il salto di categoria. Fu una gioia per Caserta e per i Casertani.

Con quale spirito si riparte dopo tanti anni?

Con oggi sono nove giorni di lavoro, si riparte con un atteggiamento positivo e propositivo, non potrebbe essere altrimenti in una piazza del genere. Abbiamo voglia di iniziare. Non ci è stato concesso il rinvio ma siamo comunque contenti di scendere in campo.

Che tipo di lavoro è stato eseguito?

Chiaramente è stata una preparazione atipica, ci permetterà di scendere in campo domani ma anche da martedì prossima di crescere.  Non mi aspettavo progressi così veloci, non tradiremo la fiducia dei nostri tifosi. Non so se siamo diventati già una squadra, sono curioso di vedere domani senza paura di dover soffrire.

Sulla formazione?

Per me la formazione è la Casertana tutta, tutto il gruppo che arriva al campo per me è fondamentale. Per quanto riguarda l’undici iniziale la farò anche tenendo conto anche delle risorse e della tenuta atletica.

Per la gara di domani, vi aspettavate il rinvio?

Si, non ci è stato dato e questo ci ha condizionato nella preparazione senza dubbio. Forse qualcuno si è divertito alle spalle della Casertana, sono state fatte cose brutte ma non voglio entrare nel merito, noi siamo qui per fare del nostro meglio e riportare la squadra in C.

Un giudizio sul mercato?

Abbiamo preso giocatori validi per il nostro progetto ma anche tanti under, che per me non è un problema. Per me non esistono under e over, per me esiste solo il bene della Casertana. Sono contentissimo dei ragazzi che stanno qua.

Che ne pensa del girone?

Cerignola, Bitonto, Lavello, Francavilla, Molfetta e tante altre sono squadre valide. Non è certo il livello che abbiamo lasciato 9 anni fa, il sistema è cambiato. Sarà un bellissimo campionato, vogliamo confrontarci con i più forti. Se scegli il girone più difficile vuol dire che credi in quello che fai, altrimenti si cadrebbe subito nella presunzione.