Juve Stabia-Casertana, il retroscena sul rinvio imposto dalla Lega

30.12.2020 18:31 di TC Redazione   Vedi letture
Mister Guidi
© foto di Giuseppe Scialla
Mister Guidi

Il campionato di serie C è fermo per la pausa di Natale ma si sta già pensando al ritorno in campo previsto per il 10 gennaio. In attesa di conoscere le date dei recuperi contro il Bisceglie e la Juve Stabia, spunta un retroscena riguardo proprio il derby non giocato lo scorso 23 dicembre contro le vespe. Come tutti sapranno da due mesi Vincenzo Todaro è il nuovo Amministratore Unico gialloblù. Nominato il 14 novembre scorso dal presidente Langella, l’avvocato napoletano ha iniziato l’avventura stabiese con la speranza di essere più fortunato rispetto alle precedenti. Il 6 luglio andò via dalla Casertana per contrasti con la dirigenza (fu sollevato dall’incarico come più volte ribadito dal presidente D’Agostino) ebbene lo stesso Todaro fino all’ultimo ha cercato di opporsi al rinvio della gara. Era per far svolgere l’incontro volendo rispettare la norma pur avendo la Casertana ben 15 indisponibili tra infortunati, squalificati e calciatori alle prese con Covid. Dispiace essere venuti a conoscenza di queste cose dal momento che da ex Casertana, pur non andando a buon fine la sua esperienza nel capoluogo di provincia, ci si aspettava un comportamento diverso. Sta di fatto che molti addetti ai lavori sono rimasti sorpresi dal suo ingresso nella Juve Stabia anche per un passato sportivo non certo ricco di soddisfazioni.