Casertana, a Palermo sconfitta orgogliosa. Basta rossi. Ora due match fondamentali, a meno che....

14.12.2020 13:23 di Antonio Papale   Vedi letture
Salvatore Santoro
© foto di Giuseppe Scialla
Salvatore Santoro

La sconfitta rimediata ieri al Barbera di Palermo dalla Casertana era sì stata messa in preventivo anche alla luce di quanto accaduto nei giorni precedenti al match in terra siciliana. Però, come sempre, cerchiamo di prendere in considerazione i principali temi lasciati in eredità dalla gara di ieri pomeriggio. 

APPROCCIO SBAGLIATO - Per la Casertana ieri, al di là delle tante assenze, l'inizio della gara di ieri è stato sbagliato ma soprattutto attendista, col Palermo che ha provato in più occasioni a fare gol, fino a quando Rauti non ha bucato Avella.

L'ORGOGLIO ROSSOBLÙ - È quello che si è visto dal momento del primo gol, coi falchetti che comunque hanno cercato di far male ai siciliani, ma senza nuocere alla porta di Pelagotti.

COVID NEMICO IN PIÙ - Come se non bastasse, da venerdì i falchetti hanno fronteggiato un nemico in più che li ha falcidiati e costretti ad essere in emergenza in quel del Barbera. E ora si spera che questo nemico invisibile arresti la sua corsa per non costringere la società di corso Trieste a chiedere il rinvio della gara di Bisceglie se non pure di quella con la Viterbese.

ANCORA AVELLA - Nella platea del Barbera, che ha visto esibirsi anche portieri di caratura internazionale, quello rossoblù non sfigura, anzi salva il bilancio dei suoi compagni con almeno tre interventi importanti.

SANTORO IN CRESCITA - Finalmente stiamo rivedendo il centrocampista che si è imposto nell'immaginario di tutti tre anni fa. Bene anche negli ultimi minuti da centrale, per Bisceglie può essere una soluzione vista l'emergenza.

ROSSI, E BASTA - Con quello inutile preso da Buschiazzo ieri sono 7 in 13 gare, 0,54 a partita. Poi era un rosso evitabile a partita praticamente finita. E se Guidi si è arrabbiato per questo andazzo, ha ragione.

DUE GARE FONDAMENTALI , A MENO CHE.... - Dovessero giocarsi, le gare con Bisceglie e Viterbese rivestono un'importanza capitale per il futuro rossoblù. Fare un buon gruzzolo di punti in queste gare, malgrado tutto, può costituire un importante viatico per il futuro della squadra di Guidi. A meno che il Covid non costringa i falchetti a rimandare queste due gare al 2021.