Casertana, a Vibo un piccolo passo da salvezza. Ora un nuovo tour de force per pensare ad altri obiettivi

08.03.2021 13:40 di Antonio Papale   Vedi letture
Gianluca Turchetta
© foto di Giuseppe Scialla
Gianluca Turchetta

Il pari ottenuto ieri al Luigi Razza di Vibo Valentia consente alla Casertana di mettere un altro importante mattone verso la salvezza e consente anche di tenere a distanza di sicurezza le pericolanti, nonché le dirette concorrenti per un posto nei playoff. Come sempre, però, cerchiamo di prendere in considerazione i principali aspetti che la gara di ieri ha lasciato in eredità.

FINALMENTE PARI - Erano ben centotrentasette giorni e ventidue gare che la Casertana non coglieva un pari, con undici vittorie e altrettante sconfitte. Coincidenza vuole che l'ultimo pareggio prima di ieri è arrivato con il Catanzaro, altra calabrese. Forse, col senno di poi, era meglio che questa astinenza finisse prima con qualche pari in più rispetto ad alcune sconfitte.

A VINCERE LA NOIA - Rileggendo la gara, nel primo tempo poche emozioni e una sola vincitrice: la noia, coi due portieri che per poco non avevano il tempo per leggere il giornale e prendere il caffè.

BOTTA E RISPOSTA - Come nella trasferta di Torre del Greco, anche ieri c'è stato un botta e risposta, ma stavolta la Casertana ha portato a casa un punto importante che sa di salvezza.

LA SOLITA INGENUITÀ - È quella di Buschiazzo nel consentire a Parigi metri importanti che gli hanno poi consentito di sparare la conclusione del pari. E probabilmente ciò è costata una vittoria che avrebbe dato un connotato ancora migliore alla classifica rossoblù.

LA PRIMA RETE - È quella che ha realizzato Santoro dopo tre anni dalla prima presenza in rossoblù del prodotto del vivaio di casa Casertana, che continua nella sua escalation di prestazioni sopra le righe. E ora per Guidi sarà difficilissimo toglierlo seppur torni il buon Bordin.

PLAYOFF NEL MIRINO - Con la salvezza ormai conquistata, il mirino dei falchetti si sposta sui playoff, che devono essere blindati nelle prossime settimane. È chiaro che si farà il possibile per entrarvi nella migliore posizione possibile e facendo del proprio meglio.

NUOVO TOUR DE FORCE - Ed ora per la Guidi Airlines c'è il quarto tour de force del girone di ritorno, con due gare alla portata come Bisceglie e Cavese, entrambe al Pinto, ed in mezzo la difficilissima trasferta di Bari. Raccogliere più punti possibile è l'imperativo per credere in una buona posizione nei playoff.