Casertana, il Brindisi certifica lo stato di crisi. Col Francavilla per il riscatto e restare attaccati alla vetta

06.12.2021 13:32 di Antonio Papale   vedi letture
Badje e Vacca in azione
Badje e Vacca in azione
© foto di Giuseppe Scialla

Il clamoroso e inaspettato ko interno maturato ieri pomeriggio contro un Brindisi più tonico e che ha dimostrato di avere maggior saldezza di nervi certifica lo stato di crisi di gioco e di risultati della Casertana. Inutile parlare di alibi. Come sempre però prendiamo in considerazione i principali aspetti che la gara di ieri ha lasciato in eredità.

STATO DI CRISI - Se Marigliano poteva essere considerato un episodio isolato, il ko di ieri ha detto che la Casertana è in crisi, inutile parlare di altro quando una squadra cala nei risultati e nel gioco. 

ZERO ALIBI - Alcuni hanno tirato in ballo l'alibi delle assenze o di direzioni arbitrali come quella di ieri largamente insufficiente, ma non è possibile che una squadra che lotta per il vertice trovi degli alibi per mascherare alcune difficoltà.

NERVI TESI - Che il momento rossoblù sia nero, lo si nota anche dal punto di vista psicologico. In dodici gare i falchetti non avevano incassato nessun rosso. Nelle ultime due sono arrivati due rossi per eccesso di nervosismo. Nervosismo ieri anche per il presidente D'Agostino che, in seguito alla contestazione, ieri ha avuto un diverbio con alcuni tifosi e, nell'uscire dal Pinto, è stato trattenuto dal dg Pasquariello per evitare situazioni peggiori.

INVOLUZIONE DIFENSIVA - Se nelle prime dieci gare i falchetti hanno subito otto reti con media 0,8, nelle ultime quattro i gol subiti sono 9, con media 2,25 a partita: inaccettabile per chi deve vincere il campionato. Totale 17 in 14 gare, media 1,21 a partita che sale a 1,55 se escludiamo le tre gare dove Trapani non ha raccolto gol.

REBUS FORMAZIONE - E con l'espulsione di Maresca di ieri, per Maiuri diventa complicato approntare un undici perfettibile in vista di Francavilla, in quanto mancheranno anche Favetta, Sansone e Rainone e bisognerà valutare al meglio la situazione under.

MAIURI ANCORA SALDO, MA.... - Nonostante il ko di ieri e la richiesta di cambio allenatore fatta da molti tifosi sui social, la posizione di Maiuri resta ancora salda, ma è chiaro che, continuando di questo passo, anche la posizione del tecnico inizierebbe a scricchiolare.

ADESSO IL MERCATO - Da qualche giorno è aperto il mercato e sicuramente questa Casertana, anche alla luce degli ultimi risultati, ha bisogno di essere rinforzata, soprattutto in difesa e nel pacchetto degli under.

FRANCAVILLA OCCASIONE PER IL RISCATTO - Nemmeno il tempo di digerire a fatica la sconfitta di ieri che arriva subito l'occasione per il riscatto nel big match di Francavilla e sarà fondamentale vincere per restare attaccati al treno di vertice, ma sicuramente ci vorrà una Casertana che sia la bella copia della prima parte di stagione e non la cugina brutta delle ultime due partite.