Le vespe si aggiudicano il derby al Pinto: Casertana 2 Juve Stabia 3

18.04.2021 14:23 di Luca Petrone   Vedi letture
Le vespe si aggiudicano il derby al Pinto: Casertana 2 Juve Stabia 3

Pranzo pirotecnico al Pinto: Casertana 2 Juve Stabia 3. Match di mezzogiorno ricco di emozioni, il menù lo apre Berardocco seguito da Vallocchia per il doppio vantaggio degli ospiti. Casertana che nel secondo tempo si rimbocca le maniche e chiude le portate con un pregevole gol di Castaldo, ma subisce un gol di troppo, l’ennesimo, di Alessandro Marotta.

Primo tempo:

Juve Stabia che si fa preferire nelle fasi iniziali di gioco e non ci mette molto a colpire: sugli sviluppi di un angolo Vallocchia dribbla sulla fascia destra e mette un pallone arretrato sul quale si avventa Berardocco, il centrocampista si limita a controllare in avanti aprendo difatti in due la difesa rossoblu ritrovandosi in posizione favorevole, bravo poi lo stesso a piazzare col sinistro sul palo lontano. Grave amnesia per i ragazzi di Guidi, che si ritrovano sotto dopo appena dieci minuti di gioco. La gara si fa ancora più in salita al minuto 18’ quando un lancio lungo coglie totalmente impreparati i difensori della Casertana, Orlando riceve e si invola verso la porta prima di servire il sopraggiunto Vallocchia che deve solo spingere in rete il gol del raddoppio. Immediata la reazione dei falchetti con Longo che affonda sulla sinistra e appoggia al limite per Izzillo che batte a rete ma il suo tiro rasoterra viene murato. Casertana comprensibilmente ancora troppo scossa e Juve Stabia sazia grazie al bottino ottenuto, finisce 2-0 la prima metà di gioco allo stadio Pinto.

Secondo tempo:

Padroni di casa che ingranano subito la marcia giusta: calcio di punizione di Bordin battuto morbido in area, sponda di Carillo e spizzata di Varesanovic che rimbalza sulla traversa, bravissimo come sempre in area Cuppone a farsi trovare pronto per colpire ed accorciare le distanze al 49’. La gioia però dura poco: Vallocchia recupera palla a centrocampo e Fantacci può guidare il contropiede, bravo l’esterno a servire con i tempi giusti Marotta che in area di rigore fredda Zivkovic segnando il settimo gol in sette incontri con la Casertana. La partita si tranquillizza e per un lungo quarto d’ora il risultato sembra scritto, ma Gigi Castaldo la pensa diversamente: l’attaccante 38enne riceve in area di rigore, controlla si gira e anticipa Farroni in uscita con l’esterno destro. Gol di gran classe che riapre la gara. Le due squadre sembrano aver dato tutto e i cambi non riescono a mischiare le carte, la gara scorre più o meno tranquilla mentre la Casertana con gli ultimi disperati attacchi prova a far nascere occasioni da gol. Dopo 4’ di recupero (e moltissime polemiche per l’arbitraggio durante tutta la gara) finisce così: Casertana 2 Juve Stabia 3

CASERTANA (4-3-3): Zivkovic; Polito (Buschiazzo 57’), Ciriello, Carillo, Rillo; Icardi, Santoro (Bordin 48’), Izzillo (Varesanovic 48’); Pacilli (Matos 75’), Cuppone, Longo (Castaldo 48’). All. Guidi.

JUVE STABIA (3-4-3): Farroni; Mule, Troest, Caldore; Scaccabarozzi, Berardocco (Bovo 55’), Vallocchia (Lia 55’), Rizzo; Fantacci (Suciu 70’), Marotta (Cernigoi 70’), Orlando (Borrelli 70’). All. Padalino. 

MARCATORI: Bernardocco 7’, Vallocchia 18’, Marotta 51’ (JS); Cuppone 49’, Castaldo 67’ (C)

ARBITRO: Maggio di Lodi

AMMONITI: Santoro, Polito, Castaldo, Pacilli, Bordin (C); Rizzo, Mulè (JS)