Casertana, un imbattibile Avella e un super secondo tempo stendono il Catanzaro. Ora il derby coi cugini irpini per il tris

18.02.2021 13:18 di Antonio Papale   Vedi letture
Esultanza rossoblù
© foto di Giuseppe Scialla
Esultanza rossoblù

La vittoria ottenuta ieri al Ceravolo contro il Catanzaro conferma lo straordinario momento della Casertana che ormai sembra inarrestabile. Come sempre, però, cerchiamo di prendere in considerazione i principali aspetti che la gara ha lasciato in eredità.

MAMMA, CHE AVELLA - Anche ieri il super portiere cresciuto nel vivaio rossoblù ha sfoderato, soprattutto nel primo tempo, una prestazione da urlo, salvando i suoi compagni dalla capitolazione in tante occasioni.

CHE SECONDO TEMPO - Dopo un primo tempo di sofferenza e che presagiva foschi scenari, è bastato un contropiede letale a smontare le velleità calabresi. Poi sono arrivate altre due reti che hanno timbrato a pieno il trionfo rossoblù.

E SONO DIECI - Con lo strabordante successo di ieri, i falchetti sono arrivati a dieci successi in campionato, dei quali 7 in 38 giorni. Un qualcosa di pazzesco visto l'andazzo del campionato rossoblù fino a Natale.

CARILLO, E SONO CINQUE - Il difensore rossoblù non si smentisce e arriva a quota 5 marcature. Numeri incredibili se parliamo di un difensore. E ancora manca un terzo di campionato....

GUIDI O CUPI IL RISULTATO NON CAMBIA - Ieri il tecnico toscano era squalificato ed al suo posto c'era l'ex difensore del Napoli che, seguendo anche i dettami del tecnico rossoblù, ha guidato magistralmente i falchetti.

BELLA CLASSIFICA - Più le giornate passano, più la classifica si fa bella e suona dolci melodie per le orecchie dei tifosi rossoblù. Più 13 sulla quartultima con la salvezza in cassaforte, più 4 sulla prima esclusa dai playoff. Ma il bello è che i falchetti stanno andando a prendere Teramo e Foggia un pò in difficoltà, mentre forse Catania e Catanzaro sono leggermente più distanti. Continuassero così i falchetti, niente è vietato per la Guidi Eurostar.

DERBY PER IL TRIS - E domenica con l'Avellino quattro obiettivi: provare a risalire la classifica ancor di più, tris di vittorie in una settimana che diverrebbe pazzesca, prendersi un altro scalpo di prestigio e trovare la prima vittoria interna stagionale contro una corregionale. L'Avellino ha qualità, ma questa Casertana ha tutti i mezzi per giocare un brutto scherzo ai lupi irpini. E poi Guidi vuole anche vincere il derby toscano della panchina con Braglia. Quindi perché no?