Dalla Puglia alla Puglia, i falchetti ritrovano il sorriso e sperano sia l'inizio di un nuovo campionato

09.11.2020 13:32 di Antonio Papale   Vedi letture
Esultanza rossoblù
© foto di Giuseppe Scialla
Esultanza rossoblù

Era l'otto marzo quando la Casertana vinse per l'ultima volta in quel di Monopoli. Ieri, otto mesi dopo, con una buona prestazione, i falchetti hanno ritrovato il sorriso con la speranza che da ieri sia iniziato un nuovo campionato. Come sempre però estrapoliamo quelli che sono stati i temi che la gara ha lasciato in eredità.

DALLA PUGLIA ALLA PUGLIA - Erano otto mesi, da Monopoli, che i falchetti non assaporavano il sapore dei tre punti. E l'hanno fatto gettando il cuore l'ostacolo e dimenticando le ultime sconfitte. 

INIZIO DI UN NUOVO CAMPIONATO? - Niente è certo, soprattutto nel calcio, ma la vittoria di ieri, abbinata ad una prestazione quasi perfetta, fanno sì che si possa pensare ad un nuovo inizio per i rossoblù.

AVELLA SUPERSTAR - Non per gettare la croce su Dekic, ma in tanti speravano nella titolarità del ragazzo made in rossoblù. Ebbene sì, il portiere dei falchetti ha ripagato la fiducia con una grande prestazione, parando quasi tutto. Ora non bisogna caricare il ragazzo di responsabilità, ma la Casertana sa comunque di avere in mano un portiere che col tempo può garantire massima affidabilità.

IL FUTURO È OGGI - Sabato il presidente D'Agostino aveva detto che oggi arriverà il sostituto di Violante come ds. Al di là di chi arriverà, partirà un nuovo corso a livello dirigenziale per il club di Corso Trieste.

VIBONESE SÌ O NO? - Mercoledì dovrebbero arrivare i calabresi al Pinto ma lo svolgimento del match è in dubbio per i casi covid nel club di Caffo. Dovesse giocarsi, i falchetti non potranno sbagliare anzi devono far sì che ieri non sia stato un episodio isolato.